mercoledì, gennaio 11, 2006

Quella pagina da un milione di dollari


Il web paga le idee migliori. Che spesso nella Rete coincidono anche con le più curiose. Come quella venuta quest'estate ad uno studente americano che di notte si scervellava su come poter pagare le laute tasse universitarie e smettere di lavorare al fast food.

Oggi, grazie a qualche notte insonne e, soprattutto ad un'idea strepitosa, Alex Tew può dire di aver raggiunto il suo sogno (americano) ed è oggi un cittadino milionario. L'idea da un milione di dollari è stata quella di creare una pagina web (www.milliondollarhomepage.com/) dedicata alle inserzioni pubblicitarie e di vendere gli spazi considerando come unità di misura il pixel (la più consona in termini di "concetto di spazio tecnologico"). Costo dell'inserzione: un dollaro per pixel. Un dollaro per un milione di pixel (quanti sono in vendita nell'homepage) fa un milione di dollari. Lanciando una scherzosa sfida il ragazzo ha in realtà sottoscritto un tacito patto milionario con prima d'allora semplici sconosciute società.

Ma, come probabilmente lo stesso genietto del marketing s'aspettava, le sue casse sarebbero state rimpinguate anche dalla momentanea celebrità. E così infatti è stato. Oltre ad incassare i soldi dalle aziende che hanno deciso di fare pubblicità sulla sua pagina web (che sarà online per almeno cinque anni), lo studene è diventato in questi mesi una star del web ed è apparso in numerosi giornali e show televisivi. Il suo sito conta più di 5mila visite la settimana. E, come ciliegina sulla torta, ha deciso di mettere in vendita gli ultimi mille pixel su eBay (perché nel frattempo il valore di mercato è cresciuto rispetto al prezzo stabilito inizialmente - ad oggi infatti l'offerta più alta per gli ultimi mille pixel è stata di 153.000 dollari).

Così da Cricklade, nel Wiltshire, dove Alex Tew vive, abbiamo assistito ad un'altra storia avvincente della Rete. Un bell'esempio per chi pensava che l'ipertesto fosse già culturalmente e idealmente colonizzato. Bhè, si sbagliava. Il piccolo Tew ci insegna che c'è ancora spazio per altri colpi di genio. Basta tenere la lampadina accesa. E crederci.

5 commenti:

Smeerch ha detto...

Mi hai battuto sul tempo questa volta. Volevo proprio scrivere un pezzo su questa cosa e spedirtelo.
Mi sa che devo rivolgere i miei interessi altrove. :)

Claps ha detto...

L'importante è essere nella notizia. And you do!

pixel ads ha detto...

Cool Blog Here! I have a pixel web site If want to promote your web site on my http://www.pixelhurricane.com website the cost is $497.00 for a 100 block of pixels but it will get your site listed in the top of the search engines. pixel ads

mk ha detto...
Questo commento è stato eliminato da un amministratore del blog.
mk ha detto...

Alex Tew ha battuto tutti e una scia di seguaci ricalcano fedelmente le stesse orme.
Io, con http://www.italypixel.com o non ho capito nulla, oppure mi ritrovo con un'evoluzione dell'idea.
Un milione di pixel che compongono l'intero territorio italiano, isole comprese. Non un quadrato quindi, ma l'Italia intera.

E per coerenza, ho inserito anche dei servizi tra i quali spicca il Meteo che visualizza direttamente sulla mappa la situazione attuale e le previsioni fino ad una settimana suddivise per giorno e notte.

Non so, però è un'idea ...

Riferimenti:
http://www.italypixel.com
http://italypixel.blogspot.com/2006/04/navigation-bar-il-meteo-in-diretta.html

Ciao
Mirko